GuidoMaggi protagonista al #fuorisalone di Milano

Al centro del Fuorisalone di quest’anno anche lo Showroom milanese di Via Fiori Chiari, 18 di GuidoMaggi che, oltre alle proprie scarpe rialzanti artigianali, ospiterà le creazioni del brand di arredamento di interni JEMA Design…

Oltre 200.000 metri quadrati, più di 2.000 espositori che presenteranno progetti di straordinario valore, capaci di intrecciare design, tecnologia, flessibilità e sostenibilità, 5 manifestazioni che si svolgono in contemporanea, 6 giorni in grado di trasformare un’intera città. Sono i numeri dell’edizione 2018 del Salone del Mobile di Milano, giunto alla sua 57esima edizione, in programma sino al prossimo 22 aprile. La vetrina più importante a livello europeo per tutto ciò che  riguarda il design, l’innovazione e la creatività dei nostri artigiani e designer.

L’evento è formato da cinque differenti manifestazioni: in primis il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, suddivisi nelle tipologie stilistiche Design, xLux e Classico: Tradizione nel Futuro, EuroCucina – con l’evento collaterale FTK (Technology For the Kitchen) – e il Salone Internazionale del Bagno, il SaloneSatellite, dedicato alle giovani promesse nel campo del design.

Interessantissima come sempre la celebre manifestazione “Fuorisalone”, l’evento parallelo che contribuisce a creare una settimana unica nel suo genere, la Design Week di Milano, con moltissimi eventi e molto altro nel capoluogo lombardo.

Al centro del Fuorisalone di quest’anno anche lo Showroom milanese di Via Fiori Chiari, 18 di GuidoMaggi che, oltre alle proprie scarpe rialzanti artigianali, ospiterà il tavolino “Kali” e la panca “L20” del brand JEMA Design. Una collaborazione questa, volta a mostrare ai visitatori del Salone del Mobile l’eleganza, la cura del dettaglio, la creatività e non ultima l’originalità del made in Italy. Eccellenze del fatto a mano che tramandano il proprio know how da padre in figlio, da generazione in generazione.

Ancora una volta Milano sarà la capitale mondiale del made in Italy: una manifestazione – la 57esima edizione del Salone del Mobile – tesa ancora una volta a fornire ai consumatori la prova tangibile della convenienza, in termini di bellezza e qualità, del “comprare” prodotti italiani e non le brutte copie di scarsissima qualità provenienti soprattutto dai mercati asiatici. L’obiettivo di GuidoMaggi è proprio quello di coniugare la produzione artigianale made in Italy alle scarpe rialzanti: infatti, un team di esperti designer ed artigiani realizzano calzature di lusso e alla moda che si contraddistinguono per i pellami pregiati, i materiali di alta qualità e per il comfort ineguagliabile. Un lavoro quotidiano fatto di passione e dedizione volto a soddisfare un mercato sofisticato ed estremamente esigente.

Pin It
GuidoMaggi protagonista al #fuorisalone di Milano - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Svivali con Rialzo sul set de “I Mercenari”

Come ha fatto Sylvester Stallone (175 cm) ad avvicinarsi alla statura di Dolph “Ivan Drago” Lundgren (196 cm) sul set de i Mercenari? La risposta è semplice: ha usato stivali con rialzo per tutta la durata delle riprese. Anzi se proprio dobbiamo dirla tutta, anche fuori dal set…

Immaginate per un attimo di essere un divo di Hollywood e di ricevere una telefonata in cui vi dicono che farete parte del sequel numero 4 de “I Mercenari”, un kolossal da oltre 90 milioni di dollari e che il cast al vostro fianco sarà stellare: Sylvester Stallone, Jason Statham, Jet Li, Bruce Willis, Mickey Rourke, Arnold Schwarzenegger e Dolph Lundgren.

Scommetto che, almeno all’inizio, sarete presi da una vertigine d’entusiasmo. Ma come la prendereste dopo che avrete realizzato che la vostra altezza, non quella professionale ovviamente, è ben 20/30 cm sotto quella di Dolph Lundgren (Mr. “Io ti spiezzo in due” di Rocky IV è alto ben 196cm, ndr) o di “Conan il Barbaro” al secolo Arnold Schwarzenegger alto la bellezza di 188 cm? Mi sa un po’ male…vero?

E’ un po’ la reazione che avrà avuto anche Sylvester Stallone. Il buon Rambo infatti supera di poco il metro e 75 centimetri di statura. Per non parlare poi del campione di arti marziali Jet Li, alto appena 168 cm. Una tragedia greca, insomma!

Come hanno fatto allora questi “giganti” del cinema mondiale a diventare giganti anche sul set de “I Mercenari”? La risposta è semplice: hanno usato stivali con rialzo per tutta la durata delle riprese. Anzi se proprio dobbiamo dirla tutta, anche fuori dal set. E’ cosa nota infatti che molte star di Hollywood amano indossare scarpe rialzanti su misura con rialzo interno invisibile da 6 a 10 cm.

Creazioni artigianali e su misura in grado non solo di aumentare la statura ma anche l’autostima e la conseguente sicura in se stessi. Particolare nient’affatto trascurabile quando si fa un certo tipo di mestiere in cui si è sempre sotto ai riflettori e al centro dei gossip di tutto il mondo. Un aiutino più che valido ed opportuno - come testimoniano oltre a Stallone e Jet Li, anche Ricky Martin, Tom Cruise, Antonio Banderas, Lenny Kravitz e Bono degli U2 - in grado non solo di dargli una “spinta verso l’alto” da 6 a 15 centimetri in totale segretezza, ma anche quel tocco di artigianalità e di classe tutta made in Italy.

E’ proprio questa la ragione principale che ha spinto il nostro “Sly” – che della trilogia è anche il regista – a circondarsi di tali “energumeni”….sapeva di poter contare su due ottimi alleati: tanti muscoli e tanti centimetri in più grazie alle scarpe rialzanti. E non c’è Ivan Drago che tenga. Ciak si gira!

Pin It
Svivali con Rialzo sul set de “I Mercenari” - 5.0 out of 5 based on 1 vote

La moda italiana in mostra. A Milano il racconto del Made in Italy

L’evento, in corso a Palazzo Reale sino al prossimo 6 maggio, ripercorre la storia di un’intera nazione che parte dai piccoli artigiani sino ad arrivare alle aziende più strutturate e rinomate. E’ il caso ad esempio del distretto calzaturiero del Salento e del brand GuidoMaggi…

made in italy

Sbaglia chi pensa che la moda sia solo sfilate, fashion blogger e pubblicità milionarie sui mass media. La moda è molto di più: dietro ad un jeans, ad una giacca o ad una scarpa si cela un mondo fatto di cultura, creatività artistica e tradizione che si tramanda di generazione in generazione. E’ questo il punto cardine su cui si fonda la mostra “L’Italia vista dalla moda 1971-2000”. Una rassegna in corso a Palazzo Reale fino al prossimo 6 maggio, che racconta l’Italia attraverso le eccellenze della moda; un’arte antica che tutto il modo ci invidia e che connota l’identità di un intero Paese. L’evento ripercorre la storia di un’intera nazione che parte dai piccoli artigiani sino ad arrivare alle aziende più strutturate e rinomate.

Un trentennio che ha visto il susseguirsi di tendenze che hanno contraddistinto epoche diverse, narrando lo spirito del proprio tempo: il desiderio di libertà che ha dominato la moda degli anni ‘70, passando per la grinta cromatica degli anni ’80 e ’90 sino a giungere al ritorno di entrambi – del cosiddetto vintage – che contraddistingue la moda del nuovo millennio. “La moda - per dirla con le parole di Coco Chanel - non è qualcosa che esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo, nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo”. La mostra va intesa, proprio per tali ragioni, come un percorso narrativo; il caleidoscopio di un settore che celebra non solo la creatività artistica ma anche il “fatto a mano”, l’artigianato locale che offre lavoro e dignità a centinaia di migliaia di persone in tutta la Penisola.

E’ il caso ad esempio del distretto calzaturiero del Salento e del brand GuidoMaggi: divenuto famoso ed apprezzato in tutto il mondo per la produzione artigianale di scarpe con rialzo per aumentare la statura da 6 a 15 centimetri in totale segretezza. Una piccola realtà familiare che affonda le proprie radici in una storia fatta di passione, competenza e dedizione che ebbe inizio intorno ai primi anni del secolo scorso, quando il calzolaio Guido Maggi produceva stivali per conto della Real Casa Savoia e divenuta globale grazie all’impegno dei suoi discendenti e all’avvento del web e dell’e-commerce. L’obiettivo è quello di scardinare il monopolio delle aziende asiatiche che al contrario producono in serie scarpe rialzanti di scarsissima qualità, dal design discutibile ed approssimativo e dal comfort inesistente. Proprio lo stesso filo conduttore della mostra milanese.

Insomma, ritornando alla frase con cui abbiamo cominciato l’articolo, la moda non è futilità, superficialità o semplice vanità: la moda è una questione seria! Dietro ad un paio di scarpe c’è davvero molto di più. Ogni dettaglio, ogni particolare viene infatti studiato con cura prestando attenzione alle caratteristiche di ogni singolo cliente. Il modello più consono, la forma del piede, i colori vengono così combinati per creare un prodotto unico ed originale, intimo e personale. L’ideazione e la lavorazione della calzatura oltre a tenere alto il valore dell’artigianato italiano dona estrema importanza al comfort del prodotto stesso. Ogni paio di scarpe rialzate infatti viene progettato su misura, regalando una straordinaria sensazione di benessere e un impareggiabile aumento dell’autostima.

Legalità, tutela del lavoro, cura del dettaglio: così si tiene alto il made in Italy. “O si è un’opera d’arte o la si indossa”, parola di Oscar Wilde.

Pin It
La moda italiana in mostra. A Milano il racconto del Made in Italy - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Le Scarpe Rialzanti perfette per passare una Pasqua all’altezza

I meteorologi sono stati chiari: per Pasqua e Pasquetta è atteso un clima decisamente primaverile. Spazio dunque ad outfit freschi e comodi, a cominciare dalle nuove scarpe con rialzo per la stagione primavera/estate…

Tempo clemente e temperature sopra i 20 gradi. E’ questo, secondo i meteorologi, il clima atteso il prossimo weekend di Pasqua. Via dunque cappotti, sciarpe e guanti e spazio ad outfit più freschi e comodi, a cominciare dalle nuove scarpe con rialzo per la stagione primavera/estate. Tutti pronti dunque a festeggiare questa Pasqua soleggiata, magari organizzando un bel viaggetto rilassante. Ma cosa mettere in valigia? Ecco alcuni consigli di stile per approfittare del cielo limpido di questo inizio primavera ed indossare le vostre scarpe con rialzo preferite.

Nei giorni di festa, come mezzo mondo sa, gli italiani adorano vestirsi bene. Per Pasqua è dunque d’obbligo il formal dress. Indicatissimo per questa giornata così speciale un look classico: pantaloni chinos color sabbia, camicia con collo alla coreana bianca e giacca due bottoni. Ai piedi una raffinata derby rialzante con tomaia in shell cordovan bordeaux che si contraddistingue per la sua naturale lucentezza e per i riflessi unici ed eleganti. Il “genuine” shell cordovan è il risultato dell’accurata lavorazione della culatta equina, la parte più rara e nobile del cavallo. Una stringata classica fatta a mano in grado di aumentare la statura da 6 a 8 con classe e in totale segretezza.

Un’altra buona idea è quella di indossare scarpe rialzanti fatte a mano in suede, prediligendo una delle nuance più belle di questa nuova stagione: il blu navy.

Cosa indossare a Pasquetta?

La più classica delle domande. Molto dipende da cosa si ha in mente di fare, se la trascorrerete con i familiari o con gli amici e soprattutto quale sarà la destinazione. In linea di massima però possiamo affermare che la tradizione predilige un look casual, sportivo e soprattutto pratico. In tanti infatti decideranno di trascorre la giornata all’aperto, al mare o  in campagna. Per questo è meglio preferire un jeans ed una t-shirt (o una Polo a maniche corte) da abbinare ad un maglioncino a righe (preferibilmente verticali per slanciare la figura).

Ai piedi non possono mancare le sneakers rialzanti. Come ad esempio le Zaragoza di GuidoMaggi: un modello low-top con tomaia composta da tre pregiati pellami differenti: vitello blue su puntale e speroncino, vitello intrecciato dipinto a mano con sfumature tra il blue oceano e il celeste pastello sui lati, dettaglio in suede giallo ocra che contorna il talloncino posteriore. Una sportiva dall’anima easy-chic e dal design iconico dotata di sistema rialzante interno invisibile in grado di aumentare complessivamente la statura di 6,5 centimetri con stile.

E se proprio la giornata è caldissima…irrinunciabili gli shorts in denim con ai piedi un paio di comodissime slip-on rialzanti con tomaia in fresco cotone organico di altissima qualità dalla particolare nuance blu per un effetto denim style. Una sneaker rialzante sportivissima e super cool, come il modello Como, ideale proprio per le giornate da trascorrere all’aria aperta, che aggiunge 6,5 centimetri complessivi alla statura.

Qualunque sia la meta delle vostre vacanze pasquali c’è sempre dunque una scarpa rialzante per ogni occasione. Benvenuta primavera e buona Pasqua a tutti.

Pin It
Le Scarpe Rialzanti perfette per passare una Pasqua all’altezza - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Benvenuta primavera: ecco le slip-on rialzanti più trendy della stagione più bella dell’anno

Sono tante le proposte per la moda uomo Primavera Estate 2018. Oggi parliamo di slip-on con rialzo interno invisibile da 6,5 centimetri, per un look dinamico e casual-chic…

Casualwear di lusso con tanti capi in denim, shirts in stile hawaiano e accessori  - tra cui scarpe con rialzo –  che si lasciano indossare sin dai primi inizi della nuova stagione. Come gli scorsi anni, le sneakers rialzanti continuano ad essere le protagoniste indiscusse. Per la moda uomo Primavera Estate 2018 le proposte sono tante, ma ad aver attirato la nostra attenzione questa volta sono state le slip-on con rialzo interno invisibile da 6 centimetri e mezzo.

Per chi ancora non lo sapesse, stiamo parlando di particolari sneakers senza lacci, ideali da abbinare a jeans, a pantaloni slim-fit in lino o in cotone e a bermuda. Le slip-on con rialzo spaziano tra linee e forme dall’alto contenuto stilistico. E proprio per questi motivi, per la bella stagione, tutte le maison più importanti le ripropongono in tanti colori e materiali tra cui scegliere: in pelle pieno fiore, come ad esempio le Gibraltar di GuidoMaggi con elegante fantasia a scacchi e suola in gomma naturale che garantisce la versatilità e il comfort delle scarpe da ginnastica con rialzo. Interessantissime anche quelle in suede, come la Capitola: essenziali nel design, glamour nell'originalità della tomaia in pelle scamosciata bordeaux. Ideali da abbinare a shorts o a jeans, sono perfette per chi ama la comodità e desidera aumentare la statura di 6,5 centimetri.

Freschissime ed originali le Copacabana, realizzate in tessuto a righe sulla parte anteriore della tomaia e pelle scamosciata sul tallone. Un modello leggero, morbido e versatile, pensato come accessorio da indossare in spiaggia o in barca che aggiunge 6,5 centimetri complessivi alla statura.

Le slip-on rialzanti più chic della stagione

Comode e alla moda tanto quanto le scarpe da ginnastica, le slip on nascono negli anni Trenta come alternativa ai “penny loafers”. Al giorno d’oggi le slip-on riescono ad unire le caratteristiche di una sneaker alla praticità e comodità di un mocassino. E per coloro i quali cercano la comodità ma non intendono affatto rinunciare all’eleganza, GuidoMaggi propone due modelli fatti a mano estremamente chic. Parliamo delle Hamptons, con tomaia in pelle di vitello stampato coccodrillo dalla briosa colorazione blu e comodissima suola in gomma bianca  e delle Boa Vista con tomaia sempre in pelle di vitello stampato coccodrillo dalla colorazione brown. Due calzature rialzanti che coniugano appunto la praticità delle scarpe senza lacci al lusso della pelle esotica.

Perché dunque le slip on fanno tendenza? Perché sono un accessorio glam, in grado di aumentare la statura di ben 6,5 centimetri, in cui le forme, i materiali e le cromie fanno da sfondo ad un look dinamico e casual-chic. E allora cosa aspetti? Scegli la tua “senza lacci” preferita!

Pin It
Benvenuta primavera: ecco le slip-on rialzanti più trendy della stagione più bella dell’anno - 5.0 out of 5 based on 1 vote